ReF - Recensioni Filosofiche Recensioni

Recensori

Ultimo aggiornamento: 11 aprile 2005


Giovanni Aliberti si è laureato in filosofia all'Università degli Studi di Bari, con una tesi su L'infinito in Leibniz. Analisi di un cammino tra metafisica e logica. Ha curato l'edizione di di G. W. Leibniz, Disputazione metafisica sul Principio di Individuazione, con Prefazione di Jacob Thomasius, Origine della controversia sul Principio di Individuazione (Bari 1999), di cui ha curato introduzione, traduzione, note e apparati. È stato docente Incaricato di Antropologia filosofica presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose "Giovanni Paolo II" di Foggia della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale di Napoli e insegnante di religione presso la Diocesi di Padova. Attualmente insegna filosofia e storia presso il Liceo classico "Celio" di Rovigo

Antonio Allegra è dottore di ricerca in filosofia e scienze umane, e autore di studi ispirati da un progetto complessivo di indagine sulle forme della soggettività. Oltre a vari articoli ha scritto Identità e racconto. Forme di ricerca nel pensiero contemporaneo, ESI, Napoli 1999, Le trasformazioni della soggettività. Charles Taylor e la tradizione del moderno, AVE, Roma 2002, e attualmente è impegnato in una ricerca su John Locke e le origini della teoria dell'identità. È titolare di assegno di ricerca nell'Università di Perugia, dove svolge attività presso la cattedra di Storia della filosofia contemporanea.

Monia Andreani (Perugia,1972) si è laureata in filosofia all'Università degli Studi di Urbino con una tesi sul pensiero di Luce Irigaray. E' dottoranda di ricerca in Antropologia filosofica e fondamenti delle scienze presso l'Università di Urbino.

Alberto Andronico (Catania, 1967) ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofia del diritto presso l’Università di Padova ed attualmente è Professore associato di Filosofia del diritto presso l’Università di Catania. Si è occupato, prevalentemente, dei rapporti tra filosofia ermeneutica ed ermeneutica giuridica, degli effetti del decostruzionismo sul piano della teoria del diritto e della sfida avanzata dal processo di unificazione europea alle tradizionali categorie giuridiche legate allo Stato-nazione. Tra le sue pubblicazioni: La decostruzione come metodo. Riflessi di Derrida nella teoria del diritto, Giuffrè, Milano 2002.

Francesco Armezzani (Milano,1965) insegna filosofia e storia presso i licei. Attuali ricerche: filosofia della mente, fenomenologia della percezione (con particolare riferimento a Brentano, Meinong e la scuola di Graz).

Valeria Ascheri (Genova,1976) si è laureata in Filosofia nel luglio 1999 presso l'Università di Genova con una tesi sul progetto SETI (Search for ExtraTerrestrial Intelligence) sotto la supervisione dei proff. Carlo Penco e Evandro Agazzi. Ha partecipato a convegni all'estero e pubblicato alcuni articoli in lingua inglese su tale argomento. Collabora occasionalmente con la rivista mensile Focus, fa parte della segreteria recensioni dello SWIF e cura alcune pagine web della Società Italiana Filosofia Analitica (SIFA). Attualmente è dottoranda in Filosofia della Scienza presso la stessa università e ha impostato il suo programma di ricerca sull'unità e pluralità nella scienza contemporanea con tutor il prof. Michele Marsonet.

Monia Azzalini

Emanuele Bardone (Pavia, 1980) ha conseguito la laurea specialistica in Teorie Filosofiche presso l'Università di Pavia sotto la supervisione di Lorenzo Magnani;. Homepage: http://ada2.unipv.it/~emabardo

Valentino Bellucci nato a Weinheim (Germania) nel 1975, è Laureato in Filosofia e abilitato all'insegnamento di Storia e Filosofia nelle scuole superiori. Ha pubblicato per Isonomia, rivista degli studi filosofici dell'Università di Urbino, gli articoli: Descrizioni fenomenologiche nei Cahiers di Paul Valéry (2002) e Gli ‘atleti' della differenza: Derrida e Deleuze (2003); per l'Università di Napoli, su Internet, Le costellazioni dell'Universo di Walter Benjamin (2002).

Paolo Berardi Vernaglione (Roma, 1959) insegna storia in un istituto tecnico. Dirige la rivista on line di immagini e politica Visioni (http://www.visioni.it). È autore di: Vecchi e Nuovi Saperi, un'indagine sul post-fordismo e di Messianesimo e filosofia politica, di prossima pubblicazione.

Gianfranco Bertagni, laureato in Filosofia (con dignità di stampa). Borsa di studio presso l'Accademia dei Lincei per la specializzazione in studi storico-religiosi. Autore di diversi articoli e curatore di volumi. Ha scritto Lo studio comparato delle religioni. Mircea Eliade e la Scuola italiana (Libreria Bonomo Editore, Bologna, 2002). Collabora alle cattedre di Storia delle Religioni, Religioni del mondo classico, Storia e antropologia delle religioni antiche (Università di Bologna). Si interessa soprattutto di studio comparato delle filosofie e delle mistiche. Il suo sito è: www.gianfrancobertagni.it..

Ernesto Bianchi è nato a Napoli nel 1969, e attualmente insegna Italiano e Storia nella provincia di Bergamo. Si è laureato nel 1995 presso l'università degli Studi "Federico II" di Napoli, con una tesi in Storia della filosofia intitolata Antonio Banfi tra neokantismo, filosofia della vita e fenomenologia, da cui ha sviluppato e pubblicato un articolo su Banfi, Kelsen e il problema dell'autonomia del diritto. è stato per due anni corsista presso l'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e ha collaborato saltuariamente con la rivista L'informazione filosofica.

Alberto Giovanni Biuso insegna Filosofia della mente nella Facoltà di Lettere dell'Università di Catania. Ha pubblicato: L'antropologia di Nietzsche (Morano, 1995), Contro il Sessantotto (Guida, 1998), Antropologia e Filosofia (Guida, 2000), Cyborgsofia. Introduzione alla filosofia del computer (Il pozzo di Giacobbe, 2004), oltre a saggi e articoli su numerose riviste (fra le quali Aut Aut, Discipline filosofiche, Koiné, il Voltaire, Rivista di storia della filosofia, Alfabeta, Informatica & Scuola, MondOperaio, Punti Critici). Fra i suoi più recenti saggi: Filosofia Intelligenza Artificiale e apprendimento, (Punti critici, 2004) Mente, Tecnica, Umanità (MondOperaio, 2004), Intelligenza artificiale e crisi dell'identità umana (Koiné, 2003).

Guido Bosticco è laureato in filosofia all'Università di Pavia.

Angelo Bottone si è laureato in filosofia nell'Università di Napoli, discutendo una tesi su "Newman e Wittgenstein sulla certezza". Ha poi studiato Scienze della Cultura presso il Collegio San Carlo di Modena. Attualmente è dottorando presso lo University College Dublin, con una tesi sull'idea di persona negli scritti dublinesi di John Henry Newman. Ha pubblicato, in Italia e all'estero, articoli su Newman, Wittgenstein e Ricoeur. Ha curato e tradotto L’Idea di Università (Studium, Roma 2005) di John Henry Newman.

Vinicio Busacchi, nato a Posada (Nuoro) il 21/06/'75 si è laureato in Filosofia all'Università degli studi di Cagliari nel 2000 con una tesi di Laurea su Habermas. Svolge attualmente il dottorato di ricerca in "Discipline Filosofiche" con un progetto di ricerca sull'ermeneutica di Ricoeur e la psicoanalisi. Si interessa principalmente di ermeneutica, di psicoanalisi e del rapporto tra le due discipline.

Mario Valentino Bramè si è laureato in filosofia presso l'Università degli Studi di Milano con una tesi dal titolo: "La metafisica di A. N. Whitehead come sviluppo del problema della coscienza in J. R. Searle". Di Searle ha inoltre tradotto Mente, linguaggio, società (Milano 2000) e L'unità della proposizione (in "Ars interpretandi", 5, 2000). Di M. Bucchi ha tradotto parzialmente La scienza in pubblico (Mc Graw-Hill 2000). È dottorando di ricerca in filosofia della scienza a Genova.

Maurizio Brignoli (Milano 1966). Laureato in filosofia con una tesi sull'epistemologia marxiana, ha fatto parte della redazione di Informazione Filosofica, occupandosi soprattutto della ricerca filosofica anglosassone nel mondo contemporaneo, ed ha collaborato con la rivista marxista La Contraddizione con particolare attenzione al problema della teoria del valore-lavoro.

Silvia Caianiello è ricercatrice presso il "Centro di Studi Vichiani" del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Napoli. Ha scritto vari saggi su Vico, Droysen, e Husserl, e: La duplice natura dell'uomo. La polarita' come matrice del mondo storico in Humboldt e in Droysen, Rubbettino, 1999.

Paolo Calabrò vive a Caserta con sua moglie Mimma. Da quando è sposato il suo interesse si è rivolto completamente all'esplorazione delle molteplici possibilità di prendere la vita con filosofia, con particolare riguardo all'importanza del gioco e dell'amicizia nei contesti "serali". I risultati dei suoi precedenti studi sui rapporti tra politica e società sono compendiati nel gioco da tavolo "Le mani sulla città" (inedito), di cui è autore.

Carmelo Calì

Alessandra Callegari nata ad Adria nel 1975, si è laureata nel marzo 2001 in giurisprudenza presso l'Università degli studi di Ferrara, con una tesi dal titolo La Jurisprudence di Ronald Dworkin: diritto come integrità e lettura morale della Costituzione. Sta svolgendo il dottorato di ricerca in Giustizia costituzionale e diritti fondamentali all'Università di Pisa e collabora con la cattedra di Teoria generale del diritto presso l'Università di Ferrara

Michelangelo Caponetto (Augusta - SR, 1975) si è laureato con lode in filosofia a Catania nel 2000, con una tesi dal titolo "L'antirealismo e i suoi enigmi: teoria del significato e metafisica nella filosofia di Michael Dummett" (relatore prof.ssa Silvana Cirrone). E' stato visiting scholar presso il Department of History and Philosophy of Science della University of Pittsburgh nell'anno accademico 2002/2003. Ha pubblicato diverse recensioni di testi filosofici in varie riviste e, insieme a Francesco Coniglione, un articolo dal titolo "Teoria del riferimento diretto, essenzialismo e mediazione cognitiva" negli Annali della facoltà di scienze della formazione, Catania 2003. E' in corso di pubblicazione un suo articolo dal titolo "Il posto della ragione nella natura. La possibilità di un realismo non riduzionistico nel pensiero di John McDowell". Attualmente svolge il dottorato di ricerca presso la facoltà di scienze della formazione dell'Università di Catania. I suoi interessi principali comprendono l'epistemologia contemporanea, la filosofia della scienza e la filosofia della mente.

Eddy Carli svolge attività di ricerca post-dottorato presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Padova. È stata Fulbright researcher all'Università di Berkeley-California (1996-97). È professore a contratto (Filosofia del Linguaggio) all'Università di Urbino. Tra le sue pubblicazioni, i volumi Cervelli che parlano. Il dibattito su mente, coscienza e intelligenza artificiale (Milano, 1997, 2003), Mente e azione. Un'indagine nella filosofia analitica, Wittgenstein, Anscombe, von Wright, Davidson (Padova, 2003) e numerosi articoli, tra cui "Il realismo 'ingenuo' di John Searle" (Milano, 2000), "La filosofia analitica: sviluppi recenti e rapporti con la filosofia italiana" (Milano, 2001), "Wittgenstein e la filosofia pratica", (Napoli, 2002), "La filosofia della mente" (Milano, 2002).

Brunella Casalini è ricercatrice in filosofia politica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze. Fra le sue pubblicazioni recenti: "American Citizenship Between Past and Future", in R. Bellamy, D. Castiglione e E. Santoro (eds.by), Lineages of European Citizenship: Rights, Belonging and Participation in Eleven Nation States, Palgrave 2004, pp. 186-206; I rischi del 'materno'. Pensiero politico femminista e critica del patriarcalismo tra Sette e Ottocento, Pisa: Plus 2004).

Giovanni Catapano ha conseguito nel 1995 la laurea e nel 1999 il dottorato di ricerca in Filosofia presso l'Università degli Studi di Padova. È borsista post-dottorato presso il Dipartimento di Filosofia della medesima Università. Si occupa di filosofia morale e di storia della filosofia tardo-antica e patristica. Ha pubblicato articoli e monografie su Plotino (Epékeina tês philosophías. L'eticità del filosofare in Plotino, Padova 1995) e Agostino (L'idea di filosofia in Agostino. Guida bibliografica, Padova 2001; Il concetto di filosofia nei primi scritti di Agostino, Roma 2001, in corso di stampa).

Carolina Cavallini si è laureata con lode a Pisa nel dicembre del 1996 con il professor Nicola Badaloni, in storia della filosofia, con una tesi sull'opera di Jean-Paul Sartre : La morale dell'autenticità nel primo Sartre. Ha lavorato in un centro di documentazione che si occupa di rapporti Nord-Sud del mondo, e insegnato italiano agli stranieri. Ha tradotto fiabe provenienti dall'africa subsahariana.

Emanuela Ceva si è laureata in filosofia all'Università di Pavia con una tesi in filosofia politica dal titolo "Pluralismo, identità e riconoscimento. Modelli teorici di convivenza". Ha conseguito un Master in filosofia politica sull'idea di tolleranza persso l'Università di York. Attualmente è iscritta al programma di dottorato (PhD.) in Teoria Politica presso l'Università di Manchester.

Giacomo Coccolini vive a Bologna, dove insegna Religione Cattolica. È co-fondatore del Centro Studi sulle Categorie Politiche dell'Europa di Reggio Emilia. Si occupa di teologia e filosofia tedesca del XX secolo e collabora ad alcune riviste, tra cui Rivista di teologia morale, Humanitas, Con-tratto e Il Sicomoro. Oltre a diversi saggi e traduzioni, ha pubblicato Sul crinale di un'epoca. Il nostro moderno postmoderno, 1997 e Le voci del tempo. Per un ethos postmoderno, 2002. Ha in preparazione due volumi: uno sulla teologia politica nel XX secolo e l'altro sul rapporto tra teologia e postmoderno. Sito personale: http://www.coccolinigiacomo.it.

Alessandro Colli

Gianni Commessatti (Udine, 1978) è laureato in filosofia presso l'università Ca' Foscari di Venezia con una tesi dal titolo: Tra spazio e tempo. Un confronto tra la filosofia della liberazione di E. Dussel e l'ontologia ermeneutica di H.-G. Gadamer; si interessa di filosofia contemporanea, con particolare attenzione alle tematiche dell'ontologia, sia nel cosiddetto filone "analitico", sia in quello "continentale".

Lorella Congiunti(Roma, 1967) è docente presso la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Urbaniana, Roma. Si occupa prevalentemente di questioni epistemologiche su cui ha scritto molteplici articoli e saggi. Tra le sue monografie: Soggettività ed ontologia. Introduzione alla filosofia "in-sistenziale" di Ismael Quiles, introduzione di J. E. Méndez, casa editrice Abelardo, Ardea (Roma) 1996; La ragione e il suo contrario. Analisi di "Christianity not Mysterious di John Toland", Sinnos, Roma 2004. Ha curato i volumi collettivi: L'audacia della ragione, Hortus Conclusus, Roma 2000; Epifania della bellezza, Sinnos, Roma 2002. È direttrice generale della SITA - Società Internazionale Tommaso d'Aquino.

Alessia Contarino si è laureata in Filosofia, presso "La Sapienza" di Roma, con una tesi su Gianfrancesco Pico della Mirandola. Ha seguito un corso in "Turismo Culturale e Religioso" della "LUMSA" di Roma e, nel 2000, si è abilitata all'insegnamento di Filosofia e Storia. Frequenta la Scuola di Formazione Teologica collegata con l'I.S.S.R. "Mater Ecclesiae" di Roma ed è al secondo anno del corso di specializzazione in filosofia (Epistemologia e Logica), tenuto dall'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".

Filippo Contesi

Angelo Costa

Vincenzo Cuomo (Torre Annunziata, 1955) è attualmente docente di ruolo di Filosofia nei licei statali. Laureatosi nel 1978 a Napoli con una tesi sui Minima Moralia di Adorno, partecipa dal 1986 alle attività del Laboratorio di ricerca Artmedia, diretto da Mario Costa presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Salerno. Ha pubblicato saggi e articoli in riviste italiane e straniere (tra cui Rivista di estetica, Misure critiche, CoIncidences, Epiphaneia, Ligeia, Kainos) su argomenti inerenti l’estetica dei media e la filosofia della tecnica. Nel 1998 ha pubblicato il volume Le parole della voce. Lineamenti di una filosofia della phoné (Salerno, Edisud). Nel 2002 ha curato, con un ampio saggio introduttivo, il volume di scritti di Adorno, La musica, i media e la critica (Napoli, Tempo Lungo). Nel 2004, infine, ha dato alle stampe un volume di saggi dal titolo Del corpo impersonale. Saggi di estetica dei media e di filosofia della tecnica (Napoli, Liguori). È membro della SIE (Società italiana di estetica). Dal 2001 co-dirige la rivista telematica di critica filosofica Kainos (www.kainos.it).

Sergio Dagradi laureatosi presso l'Università degli studi di Pavia, ha seguito un corso di perfezionamento in discipline filosofiche e storiche dell'Università Bocconi di Milano. Suoi lavori sono apparsi nelle riviste Atene e Roma, Anterem, Il confronto letterario, Italianistica, Nuova Rivista Storica, Testimonianze, Il volterriano. Collaboratore dell'Osservatorio per la comunicazione televisiva di Pavia, insegna attualmente nei licei.

Ilaria Dal Canton si è laureata all'Università di Pavia con su tesi su Habermas. Attualmente è dottoranda all'Università di Bergamo.

Giovanni Damele, laureato in Filosofia politica a Torino con una tesi su "Teorie del discorso pratico da Perelman a Alexy" è attualmente dottorando presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Torino.

Maurizio Di Gennaro laureato in Giurisprudenza con una tesi di Economia Politica sullo sfruttamento capitalistico, ha svolto attività seminariale presso l'Università Federico II di Napoli. Si sta laureando in filosofia presso l'Università dell'Aquila.

Nico De Federicis (Stoccarda, 1970) è stato allievo della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Laureato in scienze politiche presso l'Università di Pisa, ha conseguito il diploma di perfezionamento in filosofia politica. Ha studiato nelle università di Monaco e di Heidelberg. Svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di scienze della politica dell'Università di Pisa ed è membro del gruppo di ricerca su Processi di globalizzazione e analisi della complessità , istituito presso la Scuola Superiore Sant'Anna. Tra le sue pubblicazioni: Lo stato contemporaneo tra democrazia e liberalismo, "Il politico" LXII, 3 (1997); La teoria dell'azione nella filosofia del diritto di Hegel, "Rivista internazionale di filosofia del diritto" LXXVII, 1 (2000); La presenza di Hegel nella filosofia politica di Gentile e Schmitt, "Filosofia politica" XIV 3 (2000). Di prossima uscita: Moralità ed eticità nella filosofia politica di Hegel, Napoli, ESI.

Corrado Del Bò è dottore di ricerca in Filosofia Politica presso l'Università di Pisa. Si occupa di temi di giustizia distributiva, con particolare riferimento alla questione della giustificazione morale dell'appropriazione privata di risorse, e delle questioni relative agli usi possibili del corpo nell'epoca della rivoluzione biotecnologica. Tra le sue pubblicazioni: La tesi della proprietà di sé: linee generali del dibattito in corso (2003); La proprietà privata come problema: Locke e il libertarismo contemporaneo (2003); Proprietà di sé e giustizia distributiva: un conflitto necessario? (2002), Giustificazioni morali al reddito di cittadinanza (2000).

Filippo Del Lucchese (1969) è dottorando in Giustizia costituzionale e Diritti fondamentali presso il Dipartimento di Diritto pubblico dell'Università di Pisa. Si è laureato nel 1998 con una tesi sulla teoria del conflitto nel pensiero di Machiavelli. Ha svolto attività di studio presso la University of Sussex (Brighton) nel 1995, dove ha ottenuto un Master in History of Ideas. Pensionnaire scientifique Étranger nel 2000 presso l'École Normale Superieure di Fontenay/St. Cloud, ha conseguito nello stesso anno un D.E.A. in Histoire de la philosophie presso l'Université de Paris IV (Sorbonne). Collabora con varie riviste tra cui Filosofia politica, Iride, Filosofia e discussione pubblica e con il 'Bulletin de bibliographie spinoziste' pubblicato su Archives de Philosophie. È redattore di Jura Gentium. Center for Philosophy of International Law and Global Politics.

Marcello Di Bello (Milano, 1982) studia filosofia presso l'Università Cattolica di Milano. Come studente Erasmus, ha trascorso un periodo di studio presso la Katholieke Universiteit Leuven. È particolarmente interessato ai rapporti tra logica e retorica, e a quelli tra filosofia politica e ontologia.

Daniele Didero è laureato in Filosofia, con una tesi in Logica sulla struttura della predicazione in Emanuele Severino, presso l'Università Cattolica di Milano; successivamente, ha scritto degli articoli di logica per la rivista filosofica "Divus Thomas". Collabora con la rivista filosofica "Divus Thomas" e con la cattedra di Teologia 3 (Epistemologia teologica, corso tenuto da G. Barzaghi) all'Università Cattolica di Milano.

Francesca Di Donato Francesca Di Donato, dottoressa di ricerca in storia della filosofia politica, è borsista presso il dipartimento di Scienze della politica della facoltà di Scienze Politiche di Pisa. Ha pubblicato Nei limiti della ragione. Il problema della famiglia in Kant, Plus (Methexis), Pisa 2004.

Paolo Di Lucia nato a Milano il 12 settembre 1966, è professore di Teoria generale del diritto nell'Università di Camerino. Tra le sue pubblicazioni: Deontica in von Wright (1992); Il linguaggio del diritto (con Uberto Scarpelli, 1994); Nomografia. Linguaggio e redazione delle leggi (1995); L'universale della promessa (1997); Diritto e democrazia nella filosofia di Norberto Bobbio (con Luigi Ferrajoli, 1999). Ha collaborato al volume: Paesaggi umani. Il cinema di Frederick Wiseman (2000).

Marco Dotti, è redattore di Stampa Alternativa.Si sta laureando in Giurisprudenza presso l'Università di Pavia. Collabora con "Diorama letterario", "Èlites", "Enclave". Ha pubblicato articoli su "Etica e mercato" e "Itinerari filosofici", e ha curato la traduzione di due volumi di Antonin Artaud in corso di pubblicazione presso le edizioni di Stampa Alternativa.

Miriam Falera si è è laureata in lettere nel 1993 presso l'Università degli studi di Roma "Tor Vergata", con una tesi in lingua e letteratura russa dal titolo "Eleonora Duse e la Russia del suo tempo: le tournée e la critica", frutto in gran parte di un'attiva ricerca presso la Gosudarstvennaja Teatral'naja Biblioteka di San Pietroburgo.
Ha successivamente portato a termine due corsi di perfezionamento in "Lingue moderne" e in "Scienze demo-etno-antropologiche", presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".
Si è dedicata all'insegnamento delle materie letterarie in qualità di docente non di ruolo presso le scuole medie superiori ed inferiori. Ha arricchito il suo percorso formativo con ripetuti viaggi di studio in Francia, Inghilterra e Russia.

Paolo Farina (Ostuni, 1967) ha conseguito il baccalaureato e la licenza in sacra teologia e la laurea in lettere classiche. Ha dedicato al pensiero di Simone Weil una ricerca decennale. La sua tesi di licenza, dal titolo S. Weil, la via di Dio, è stata premiata come la migliore dell'anno dalla Pontifica Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale (Napoli). Per nove anni è stato docente di religione cattolica presso il Liceo classico di Andria; dal 1997 è docente stabile di antropologia teologica presso l'Istituto di Scienze Religiose di Trani; da due anni è docente di Lettere presso il liceo scientifico "Nuzzi", in Andria. Già autore di studi per riviste teologiche e filosofiche, ha recentemente pubblicato il volume Simone Weil. La ragionevole follia d'amore (Edigrafital, Teramo 2000).

Giovanni Fassin

Barbara Felice specializzanda in bioinformatica all'Università Bicocca di Milano, con background neurobiologico e esperienza in redazione medico-scientifica.

Erica Fenaroli si è laureata all'Università di Padova con una tesi sulle presenze dell'insegnamento buddhista nel pensiero di Carlo Michelstaedter.


Isabella Ferronlaurea in Lingue e Letterature straniere (tedesco ed inglese) e Laurea specialistica in Scienze del linguaggio. Ha studiato anche presso l’università di Tübingen e si interessa della filosofia, storia, letteratura e cultura tedesca del 19. secolo, oltre che di filologia germanica e filosofia medievale.

Monica Fiorini , laureata in filosofia, ha conseguito il dottorato in Letterature comparate a Bologna dopo diversi soggiorni in Francia, dove ha potuto seguire i seminari di J. Derrida e ha ottenuto il DEA in Etudes Féminines con H. Cixous. Le sue ricerche si muovono in un ambito in cui si incontrano letteratura e filosofia e sono accompagnate da un notevole interesse teorico e pratico per la traduzione. Nel 2003 ha pubblicato i risultati della sua tesi di dottorato (H.C. libera viaggiatrice dei margini, Alinea). Tra le pubblicazioni recenti, frutto anche della partecipazione a un progetto europeo sulla memoria culturale, si possono ricordare: ‘La coupe des mots’. Notes on the Italian Translation of Or les letters de mon père by H. Cixous, in Joyful Babel, ed. By M. Segarra e M. Diocaretz, Rodopi, 2004, L’H e il corpo della scrittura, in “Il Verri”, 26, 2004 e Maria Zambrano: autobiographie et mémoire, in Instaurer la mémoire a cura di J. Bessière e Ph. Daros, Bulzoni, 2005. Ha tradotto e curato diversi testi di H. Cixous tra cui Osnabrück (Tufani, 2001) e più recentemente, Veli, di H. Cixous e J. Derrida (Alinea, 2004).

Luciano Floridi is Research Fellow at Wolfson College and Lecturer in Philosophy at Magdalen College and Keble College, Oxford University. His most recent book is Philosophy and Computing: An Introduction (Routledge, 1999).

Fabio Fraccaroli, dopo essersi laureato in filosofia all'università di Bologna con una tesi sul pensiero di J. Derrida, e aver conseguito un master all'università di Lancaster (U.K.) approfondendo i suoi interessi per le tematiche " ecologiche", sta svolgendo, nella stessa università inglese, un dottorato di ricerca sull'environmetal philosophy cercando di interpollinare l'usuale approccio analitico di tale disciplina con prospettive fiorite in terreno continentale, coltivando, comunque, un'insana passione estetica per la fotografia.

Luca Fregoso (Parma, 1969) si è laureato in Filosofia (Estetica) presso l'Università degli Studi di Bologna discutendo una tesi su Epistemologia e fenomenologia dell'immaginazione in Gaston Bachelard(relatore prof. Lino Rossi). Ha partecipato al Corso di perfezionamento in Estetica e Filosofia dell'arte presso l'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha ottenuto l'abilitazione all'insegnamento secondario superiore in Filosofia, Psicologia e Scienze dell'educazione e in Filosofia e Storia tramite concorso ordinario nel 2000. Ha inoltre frequentato la Scuola di Specializzazione per l'Insegnamento Secondario – sezione di Parma conseguendo il diploma di abilitazione in Filosofia e Storia con una tesi dal titolo La parola, la mano, il torchio: occasioni di interdisciplinarità . Attualmente è dottorando di ricerca in Antropologia filosofica presso l'Università degli Studi di Parma e docente di Filosofia e Storia nella secondaria superiore. Ha pubblicato saggi di didattica della filosofia e di estetica e sviluppa un programma di ricerca su Tempo, espressione e significato in Eugène Minkowski

Moris Frosio Roncalli è nato a Bergamo nel 1973. Si è laureato in storia del Risorgimento presso l'Università degli Studi di Pavia. è dottorando in Storia del federalismo e dell'integrazione europea presso la stessa Università.

Rita Fulco (Messina 1972), si è occupata di filosofia del Novecento, con particolare attenzione alle questioni inerenti l'ebraismo, l'etica, il pensiero femminile. Ha pubblicato un volume Corrispondere al limite. Simone Weil: il pensiero e la luce, Studium, Roma 2002) oltre ad articoli su riviste nazionali e saggi in libri collettanei: tra i più significativi: 'Simone Weil. L'infinito invocare: bellezza e soprannaturale', in Il filo(sofare) di Arianna. Percorsi del pensiero femminile nel Novecento, a cura di A. Ales Bello e F. Brezzi, Mimesis, Milano 2001, pp. 147-164; 'L'istante necessario: tracce per un ethos del tempo' in Tempo sacro e tempo profano, a cura di A. Sindoni e L. De Salvo, Rubettino, Soveria Mannelli 2002, pp. 321-336; 'Etty Hillesum: kairòs e dono assoluto', in Studium, 5/2002, pp. 671-686; 'La malattia per la morte e l'eutanasia. Tentativo di un pensiero ai confini dell'abisso' in Alle frontiere della vita. Eutanasia ed etica del morire/2°, a cura di Marianna Gensabella Furnari, Rubbettino, Soveria Mannelli 2003, pp. 347-358. Attualmente fruisce di una borsa post-dottorato presso l'Università degli studi di Messina ed è impegnata nello studio, su fronti diversi, di Max Scheler e di Sergio Quinzio.

Carlo Gabbani (1977), laureato all'Università di Pisa, è dottorando di ricerca in filosofia all'Università di Firenze. La sua tesi di dottorato verte su: Persona, esperienza e conoscenza. Una ricerca epistemologica. Ha scritto tra l'altro: Per un'epistemologia dei casi clinici. Forme dell'individuale nelle scienze, in: R. Lanfredini (cura di), Mente e corpo. La soggettività fra scienza e filosofia, Guerini e Associati, Milano 2003, pp. 171-195; Dimensioni e livelli di identità. Epistemologia e identità personale: alcune premesse, "L'Arco di Giano. Rivista di medical humanities", 38 (2003), pp. 9-32; Salvare i fenomeni? Filosofia della mente e fenomenologia tra immagine scientifica e immagine manifesta, in: R. Lanfredini (a cura di), Fenomenologia applicata. Esempi di analisi descrittiva, Guerini e Associati, Milano 2004, pp. 69-99; Identità personale e closest continuer theory, in: G. Pellegrino-I. Salvatore (a cura di), Identità personale, libertà e realismo morale. Saggi in memoria di Robert Nozick, Luiss University Press, (in uscita nel 2005).

Manuela Gatta

Stefano Gattei laureatosi in Filosofia all’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il Ph.D. all’Università di Bristol nel 2004. Ha scritto Critica della ragione incerta (1996) e Karl Popper 1902-1994 (1997); ha curato il volume Thomas S. Kuhn, Dogma contro critica (2000), Karl R. Popper, 1902-2002: ripensando il razionalismo critico, numero monografico di Nuova Civiltà delle Macchine (2002), e The Kuhn Controversy, doppio numero speciale di Social Epistemology (2003). Ha inoltre pubblicato vari articoli di storia e filosofia della scienza, apparsi in riviste italiane ed estere. Attualmente sta lavorando all’edizione critica di Johannes Kepler, Strena seu De nive sexangula, di prossima pubblicazione, e al volume Rationality without Foundations, in corso di stampa presso Routledge.

Valeria Ghiron è nata a Genova nel 1970. Si è laureata presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Genova su "La struttura del poetico in Roman Jakobson". Sta svolgendo il dottorato di ricerca presso il DISSPE (Facolta' di Scienze della Formazione di Genova) su "La teoria dell'immaginazione in Edmund Husserl". Ha eseguito ricerche d'archivio presso lo Husserl-Archiv di Freiburg i. Br. e presso lo Husserl-Archiv di Lovanio.

Francesco Giacomantonio si (1975) si è laureato in Scienze Politiche(indirizzo storico), presso l’Università degli studi di Bari, discutendo con il Professor Cassano una tesi in Sociologia della conoscenza dal titolo “Il concetto di ideologia. Analisi del dibattito contemporaneo”. Nell’anno accademico 2000-01 si è perfezionato in Economia, istituzioni e politica del Novecento europeo presso la facoltà di Lettere e filosofia della medesima università. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofie e teorie sociali contemporanee presso l’Università di Bari, discutendo una tesi dal titolo “Il discorso sociologico della tarda modernità. Individui, identità e democrazia”. Collabora con i siti Jura Gentium e Bollettino telematico di Filosofia politica, con le riviste Dissensi e Kykeion, e ha curato le pagine web dello Swif dedicate a Jürgen Habermas, Robert K. Merton e Max Weber, tutte nella sezione Filosofi&Classici. Homepage: http://habermas.supereva.it/

Marco Enrico Giacomelli (Torino 1976) ha studiato filosofia alle Università di Torino e Paris 8. Si è laureato all'Università di Bologna con una tesi diretta da Carlo Gentili ed intitolata "Figure dell'impresentabile: Francis Bacon (1909-1992). (A partire dal lavoro di Jacques Derrida)". Attualmente prepara la tesi di Dottorato in Estetica presso l'Università di Bologna su "Le Grand jeu: René Daumal e Roger Gilbert-Lecomte". Collabora inoltre con le attività seminariali della cattedra di Filosofia della Storia (Manlio Iofrida - Università di Bologna) e sta curando l'edizione italiana dei corsi universitari di Gilles Deleuze (www.webdeleuze.com).

Alessandro Giannelli, nato a Roma il 7 novembre 1981, laurea triennale in Filosofia, Università "La Sapienza" di Roma nell'anno 2002-2003 con una tesi su Hilary Putnam e il realismo morale. Iscritto al corso di laurea specialistica in Teorie e tecniche della conoscenza della Facoltà di Filosofia dell'Università "La Sapienza".

Andrea Gilardoni laureato in Filosofia a Milano nel 1996 con una tesi su Concetto e fenomeno di tempo in Martin Heidegger; laureato in Romanistica e Germanistica a Jena, Germania nel 1998; dottore di ricerca in Filosofia a Jena, Germania, nel 1998, con Rapportanza als potentia potentiae. Zeit und Wille zur Macht (edito presso Tectum-Verlag, Marburg, Germania, 2000). Curatore e coautore (insieme a Stefano Marchesoni, Fabio Agostini, Emanuele Arielli e Karin Birge Büch) di Potentamenti immaginifici, Unicopli, 2001. Lavora come insegnante di tedesco, storia e filosofia. Collabora alla cattedra di Storia della Filosofia contemporanea a Milano. È redattore della rivista "Magazzino di Filosofia", pubblicata dall' editore Franco Angeli di Milano e diretta dal professor Alfredo Marini. Traduce saggi e poesie da tedesco, spagnolo, inglese, francese. Per lo SWIF ha curato Bruno in rete, Fink in rete, e l'edizione trilingue della Monadologia di Leibniz. Per contatti: atemwende@tiscalinet.it

Piero Giordanetti è postdottorando presso l'Università Statale di Milano; ha pubblicato: Hume, Kant e la bellezza, Milano 1997 e curato il volume Pietro Verri - Immanuel Kant. Sul piacere e sul dolore, Milano 1998.

Gilberto Gobbo ha conseguito la laurea in filosofia presso l'Università degli Studi di Padova e il Dottorato di ricerca in Filosofia presso l'Università degli studi di Urbino. Ha realizzato le sue ricerche su F. W. J. Schelling presso la Schelling-Kommission di Monaco di Baviera, collaborando direttamente con il Prof. W. G. Jacobs. Sempre su Schelling, ha pubblicato una recensione a La via di Schelling al Sistema dell'Idealismo Trascendentale di G. di Tommaso (Verifiche 3, 1994) e ha curato la traduzione e le note di Le opere teologico-filosofiche del giovane Schelling, con introduzione di F. Chiereghin (Armando Editore, in corso di pubblicazione).

Rosa Marina Gonzàlez-Quevedo (Matanzas, Cuba, 1962): Laureata in Filosofia presso l'Università de La Habana nel Luglio 1984, con la tesi dal titolo Le scienze del XVII secolo e la loro influenza sulla filosofia di B. Spinoza. È stata docente di Storia della Filosofia presso la stessa Università per nove anni. Ha lavorato come membro del Consiglio di redazione della Rivista Vivarium, organo del Centro Arcidiocesano degli Studi dell'Avana. Autrice di varie opere, tra le quali: Antologia del Positivismo en Mèxico (La Habana, 1992); Teilhard y Lezama: teologìa poètica (La Habana, 1996). Ha collaborato con la Associazione Culturale "Teilhard de Chardin" di Parigi.

Sandro Gorgone è dottorando di ricerca in Filosofia all'Università di Messina. Laureato nel 1996 sulla questione del divino in Heidegger (tesi poi pubblicata come articolo su "Segni e comprensione", 33-34, 1998), collabora con la cattedra di Filosofia Teoretica, occupandosi di filosofia del Novecento. Si è perfezionato all'Università "Tor Vergata" di Roma. Sta lavorando a un'interpretazione in chiave escatologica del tema dell'evento in Heidegger e sta curando una ricerca su alcuni temi del pensiero jüngeriano.

Yuri Gori è nato a Piombino nel 1976. Laurea in Semiotica presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Pisa; titolo della tesi: "Genesi e semiosi dell'individuo per Jacques Lacan e Marcel Mauss".

Lorenzo Greco è nato a Roma nel 1972. Si è laureato presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza" in Storia della filosofia morale con una tesi su Bernard Williams. è dottorando in filosofia politica presso l'Università degli Studi di Pisa.

Francesco Guala University of Exeter

Candice Premaor Gullo si è laureata in giurisprudenza all’Universidade Federal do Rio Grande do Sul (Brasile) nel dicembre 2000, ed è attualmente dottoranda di ricerca in bioetica presso l'Università di Bologna

Lucia Guarini si è laureata con lode in Filosofia all'Università di Pisa con il prof. Carlo Marletti discutendo una tesi di filosofia della mente dal titolo "Percezione e informazione: il modello di Fred Dretske". Ha conseguito, sempre all'Università di Pisa, il Master di II livello in "Comunicazione Pubblica e Politica" svolgendo lo stage presso la Scuola Superiore di Studi Ordinari e di Perfezionamento Sant'Anna di Pisa. Attualmente si occupa di comunicazione.

Alessandra Guigoni laureata in Lettere classiche (Università di Genova), specializzata in Scienze sociali e relazioni interculturali (Università di Firenze), dottoranda in Metodologie della ricerca etnoantropologica (Università di Siena) collabora con il Dipartimento di Filosofia e teoria delle scienze umane dell'Università di Cagliari.

Raoul Kirchmayr è dottorando di ricerca in Filosofia all'Università di Trieste. Laureato con Pier Aldo Rovatti, collabora dal 1994 con la cattedra di Storia di Filosofia Contemporanea e con il Laboratorio di Filosofia Contemporanea di Trieste. Si è perfezionato all'Université Libre de Bruxelles. Collabora con la rivista "aut aut" ed è membro del Gruppo di Studi Sartriani di Roma e del GSS di Parigi. Oltre a diversi saggi e traduzioni, ha curato di J.-P. Sartre, Merleau-Ponty, Raffaello Cortina, Milano 1999. Ha in preparazione un volume sulla filosofia del dono e la cura di una ricerca sull'immaginario nell'Idiot de la famille di Sartre.

Luca Incurvati (Roma, 1981) ha conseguito la Laurea triennale e la Laurea specialistica in Teorie e Tecniche della Conoscenza presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. La sua tesi di Laurea specialistica concerne il ruolo del Principio di Hume nel programma neologicista in filosofia della matematica. È stato visiting student presso la University of Glasgow.

Manlio Iofrida, insegna Filosofia della storia all'Università di Bologna. Fra le sue pubblicazioni recenti ricordiamo Decostruzione e storia della filosofia (Pisa 1996), Pour un materialisme critique: traduire Adorno dans Derrida, et retour (in Presences du materialisme. Actes du colloque Internationale de Cerisy-La-Salle, a cura di Jacques D'Hondt e Georges Festa, Paris 1999), Decostruzione e pensiero scientifico (in "Parol" 16/2002), Inattualità di Merleau-Ponty (in "Dianoia" 7/2002), Phénoménologie française, tradition surréaliste et identité de l'Europe: le jeune Foucault et Derrida face à Husserl (in "Études Phénoménologiques", 35/2002); ha inoltre curato l'edizione italiana di Jacques Derrida, Margini della filosofia (Torino 1997).

Micaela Latini, nata a Roma nel 1973, ha studiato presso l'Università degli studi di Roma "La Sapienza" e presso l'Università di Vienna. Si è laureata nel 1997 con una tesi dal titolo Thomas Bernhard e l'eredità di Wittgenstein. Successivamente si è perfezionata presso l'Università di Roma III e ha lavorato nell'ambito della redazione scientifica della Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche della RAI. Attualmente insegna "Filosofia del 900" presso l'Istituto "Culture e società" di Roma. Ha pubblicato un articolo su Thomas Bernhard dal titolo La seduzione dell'immagine apparso recentemente in "Almanacchi nuovi", 1999, ed ha curato per la stessa rivista il racconto di Bernhard Goethe "muore".

Fabio Lelli (Ravenna 1976) si è laureato col prof. Alberto Artosi in Filosofia della scienza all'Università di Bologna, con una tesi dal titolo: "La crisi delle scienze fisiche fra Ottocento e Novecento: interpretazioni filosofiche". Dal 2001 collabora con il Centro Interdipartimentale di ricerca in Filosofia, Sociologia, Storia del Diritto ed Informatica Giuridica (C.I.R.S.F.I.D.) dell'Università di Bologna. Attualmente è iscritto all'ultimo anno del dottorato di ricerca in bioetica presso lo stesso Ateneo.

Giuseppe Lorini è borsista post-dottorato in filosofia del diritto all'Università di Pavia.

Salvatore Lucchese ha conseguito la laurea in Filosofia presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". Già borsista di alcuni centri di ricerca (Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Fondazione "G. Cini", Fondazione "S. Carlo", Scuola di Alta Formazione "G. Filangieri", Università degli Sudi di "Roma 3") ha pubblicato diversi articoli e saggi su Salvemini, Lombroso, Marx, Niceforo e Colajanni, partecipato in qualità di relatore a convegni accademici ed ha tenuto conferenze e relazioni presso scuole, associazioni culturali e gallerie d'arte. Attualmente è docente di materie letterarie nella provincia di Napoli, redattore e collaboratore di diverse riviste specializzate e di periodici mensili ("Porta di Massa. Laboratorio autogestito di Filosofia", "Dissensi. Rivista Italiana di Scienze Sociali", "Bollettino Telematico di Filosofia Politica", "Sebeto", "Oltre la scuola"), nonché borsista di ricerca dell'Istituto Italiano per gli Studi Europei e cultore di Storia delle Dottrine Politiche presso la "Federico II". Con l'editore Lacaita sta per pubblicare una monografia su Federalismo socialismo e questione meridionale in Gaetano Salvemini.

Vincenzo Maimone si è laureato in filosofia presso l'Università di Messina discutendo una tesi sul problema della giustizia nell'opera di John Rawls. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in "Metodologie della Filosofia" con una tesi dal titolo Le libertà dei contemporanei. Attualmente usufruisce di una borsa di studio post-dottorale e collabora con la cattedra di Filosofia politica dell'Università di Pavia. Il tema della sua attuale ricerca è il neo-contrattualismo e l'idea di Ragionevole.

Maria Maistrini docente di storia e filosofia, studiosa e pubblicista ( Il figurale in J. – F. Lyotard, Mimesis, 2005; Dopo la filosofia, dopo la virtù. Rorty e MacIntyre, in “ Il Giornale della Filosofia “, aprile 2005 ), è anche consulente filosofica, e porta avanti con la sua associazione un nuovo paradigma di cura al femminile, la consulenza filosofica di genere

Luca Malatesti laurea in Filosofia (Firenze), Dottorato in Filosofia della Scienza (Genova), MA (Hull), PhD (Stirling). Lecturer di filosofia all'Università di Hull. Capo redattore del Quaderno sulla Filosofia della Mente dello SWIF. Si occupa principalmente delle problematiche filosofiche connesse alla conoscenza e natura degli stati mentali coscienti.

Fulvio Cesare Manara ha studiato filosofia alla statale di Milano con Dal Pra e negli Stati Uniti; si è laureato in storia della filosofia medievale. Perfezionato a Padova. insegna filosofia e storia nei licei. Si occupa, fra l'altro, di ricerca e sperimentazione in Didattica della Filosofia, e della formazione in corsi di perfezionamento post-lauream.

Sarin Marchetti (Roma, 1983) studia filosofia analitica all’università di Roma “La Sapienza”.

Angelo Marocco nato a Roma nel 1964, ha conseguito la laurea e il dottorato di ricerca in filosofia presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata". Attualmente è responsabile del Dipartimento Pubblicazioni presso l'Università Pontificia Regina Apostolorum, Roma. La sua homepage è: http://www.swif.uniba.it/lei/personali/marocco/home.html

Marco Mazzone insegna Filosofia del linguaggio all'Università di Catania. Ha pubblicato un volume sulle rappresentazioni (Percepire astrazioni. Uno studio cognitivo su concetti e significati, 2000) ed uno sulla relazione tra fatti e valori in wittgenstein (I limiti del senso. La verità tra fatti e valori, 2004), oltre a numerosi articoli su questioni di scienza cognitiva e semantica.

Gian Maria Melloni

Laura Menatti

Giovanni Molinari si è laureato in filosofia all'Università degli Studi di Torino con una tesi in Estetica, sostenuta con il professore Fulvio Salza, dal titolo La poetica di Biamonti.

Stefano Monetti è dottorando in filosofia presso l'Università di Pavia, ha pubblicato: La scena di Nietzsche, in "Aut aut", 1999, e "Il dispetto. Nietzsche e Heidegger", Bulzoni Editore, Roma 2000.

Moreno Montanari è Formatore e docente di Storia e Filosofia, sta ultimando il dottorato in Filosofia per l'Università di Scienze della formazione di Urbino con uno studio sulla filosofia come cura. Dal 2001 svolge attività di consulente filosofico ad Ancona, Chiaravalle (AN) e, recentemente, Fermo (AP). È membro sin dalla sua fondazione di Phronesis - Associazione Italiana per la Consulenza Filosofica italiana, dal 2000 della Internationale Gesellscahaft für Philosophische Praxis di Gerd B. Achebach e dal 2002 è Presidente dell'associazione culturale Pratica filosofica (www.praticafilosofica.it). La sua ultima pubblicazione è Il Tao di Nietzsche, (Mimesis, Milano 2004).

Daniela Montuschi (Bologna 1976) si è laureata col prof. Alberto Artosi e la prof.ssa Eva Picardi in Filosofia della scienza all'Università di Bologna. Titolo della tesi: "Il relativismo scientifico: oggettività, incommensurabilità, visioni del mondo". Dal 2001 collabora con il Centro Interdipartimentale di ricerca in Filosofia, Sociologia, Storia del Diritto ed Informatica Giuridica (C.I.R.S.F.I.D.) dell'Università di Bologna. Attualmente è dottoranda in bioetica presso lo stesso Ateneo.

Marcello Neri (Milano 1965), diplomato in psicologia ha svolto il suo dottorato in teologia presso la Albert-Ludwigs-Universität di Freiburg i. Br. Redattore della rivista Il Regno di Bologna, collabora con il dipartimento di Teologia sistematica dell'Università di Freiburg dove svolge un lavoro di abilitazione sull'umanesimo. Vive a Modena.

Gloria Origgi insegna filosofia della mente e scienze cognitive all`università di Bologna. La sua homepage è: http://members.xoom.com/origgi.

Alfonso Ottobre vive a Roma dove ha compiuto studi letterari, filosofici e musicali. Si occupa attualmente di Estetica e Filosofia del linguaggio.

Domenico Pacitti, accredited correspondent of both The Times Higher Education Supplement and The Guardian, is widely considered to be Britain's fiercest critic of Italian universities and has written over 100 articles exposing malpractices and corruption. He has taught philosophy, linguistics, Chinese language & literature, English & American literature and English language at the Universities of Glasgow and Pisa and has published original work (seven books and various articles) in each of these fields. A British citizen of third generation Italian origin, he was educated as a scholar at Cambridge University, England. He also teaches English language at the University of Pisa.

Elena Pariotti è ricercatrice di filosofia del diritto presso il Dipartimento di Diritto Comparato dell'Università di Padova. Laureata in Filosofia, ha conseguito un Master in Decisioni razionali ed etica pubblica ed il dottorato in filosofia del diritto. Si occupa di questioni relative alla giustificazione dei diritti fondamentali ed al rapporto tra ragionamento giuridico e razionalità pratica. Ha pubblicato la monografia:Individuo, comunita', diritti tra liberalismo, comunitarismo ed ermeneutica, 1997. Si occupa delle pagine Riviste del Quaderno di Filosofia del diritto.

Gianluca Paronitti

Fernando Pascual (Barcellona, Spagna, 1961), è dottore di filosofia, con una tesi sulla teoria della comunicazione in Platone, presso la Pontificia Università Gregoriana, Roma. Ha ottenuto anche un diploma sul pensiero di san Tommaso d'Aquino presso la Pontificia Università di San Tommaso d'Aquino, Roma. È laureato in teologia morale presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma. Successivamente ha pubblicato diversi articoli sulla filosofia di Platone e Aristotele, sulla filosofia dell'educazione, e sulla bioetica, nelle riviste "Alpha Omega", "Il Cannocchiale" ed altre riviste. Insegna filosofia antica e medievale, e coordina un corso di diploma in bioetica, presso l'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma.

Lorenzo Passerini si è laureato in Filosofia del diritto alla Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Pavia, con una tesi sull'applicazione della nozione di prototipo al giuridico.

Chiara Pastorini si è si è laureata in Filosofia all’Università di Pavia con una tesi dal titolo Scetticismo e intersoggettività in Wittgenstein. Attualmente iscritta ad un DEA (Diplôme d’études approfondies) in Filosofia presso l’ Università Paris 1 Panthéon Sorbonne di Parigi. Ambiti di interesse: Filosofia del linguaggio, Filosofia della mente e Filosofia della psicologia.

Vincenzo Pavone si è laureato in Scienze Politiche a Catania con una tesi sul millenarismo e il misticismo nell'opera di Tommaso Campanella. Ha recentemente concluso in Inghilterra un Master by Research e al momento è ricercatore presso l'Istituto Universitario Europeo di Fiesole.

Michael Gillan Peckitt is a Tutorial Assistant in the Philosophy Department, Hull University, UK.  He is writing his PhD on Heidegger's Concept of the World and main interests lie in Kierekegaard, Hegel, Husserl and Heidegger.

Massimo Piermarini, docente di Filosofia nei Licei, si è laureato presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma con una tesi su "Gentile e il carattere della filosofia italiana". Ha conseguito il diploma post-laurea del corso di perfezionamento in Filosofia dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata nel 1998. È autore del volume "Diotima, Introduzione all'Iperione di Hoelderlin" (Lucca 1998) e di numerosi saggi in riviste ("Questioni del socialismo", "Laboratorio politico", "Praxis","Filosofia e società", "Filosofia oggi", "Il Contributo", "Homo Sapiens").

Maria Chiara Pievatolo (Firenze, 1963) è docente di filosofia politica presso l'università di Pisa. È redattrice per la filosofia politica presso lo SWIF e curatrice del Bollettino telematico di filosofia politica. I suoi interessi si concentrano su temi di filosofia politica e morale antica e moderna. Fra le sue pubblicazioni piu' recenti si annovera il volume La giustizia degli invisibili. L'identificazione del soggetto morale, a ripartire da Kant, Roma, Carocci, 1999, nonchè numerosi articoli sia su riviste tradizionali, sia in rete.

Tiziana Portera si è laureata in filosofia presso l'Università di Palermo con una tesi su Il problema della libertà in Henri Bergson, analizzandone in seguito gli aspetti relativi alla funzione del sens commun. È dottoranda presso il Dipartimento di Filosofia, storia e critica dei saperi dello stesso ateneo. La tesi in corso di svolgimento riguarda L'evoluzione e gli aspetti del concetto di presente nel pensiero di Emmanuel Levinas; la ricerca coinvolge la sfera religiosa ebraica nel suo dialogo con la tradizione filosofica occidentale. Ha studiato Prassi e preghiera nell'Ebraismo presso l'Istituto superiore di Scienze religiose dell'Università Lateranense e sta approfondendo gli studi sull'esegesi rabbinica, l'ebraico biblico, la spiritualità e la filosofia dell'ebraismo presso l'Università Gregoriana e il Pontificio Istituto Biblico di Roma.

Stathis Psillos University of Athens

Massimo Pulpito, nato a Taranto nel 1973, si è laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Ferrara con il professor Mario Miegge, presentando una tesi di Filosofia Teoretica sulla distinzione tra tempo e durata in Henri Bergson. Attualmente sta svolgendo il dottorato di ricerca in Storia della Filosofia presso l'Università degli Studi di Macerata.

Ginevra Quadrio Curzio

Melina Rende ha 46 anni e vive a Cosenza. È laureata in Scienze Economiche e Sociali e in Lettere e Filosofia presso l'Università della Calabria. Vincitrice del Primo Premio Concorso giornalistico Nazionale "Raimondo Manzini" nel 1994. Ha pubblicato: Del Mito, della Morte, dell'Amore, della Memoria (Atheneum, Firenze 1996), Se avessi incontrato Elisabeth Smart che piangeva, seduta "sulle fiumane della Grand Central Station", le avrei fatto compagnia ... - I Miei Blues D'amore - (Il Libro Italiano, Ragusa 1997), Tracce ad inchiostro - A.A.A. Cercasi Anima (Monduzzi, Bologna 1998), Sogno e comunicazione - The First Turning Point - (Monduzzi, Bologna 1998).

Giacomo Romano Ph.D. (University of Siena), Promovendus (Technische Universiteit Eindhoven), Assistant Editor of PHILOSOPHICAL EXPLORATIONS (an international journal for the philosophy of mind and action). He is author of a book (in Italian) about the Theory of Mental Simulation.

Rosario Rossano Pecoraro si è laureato in Filosofia (1997) all'Università di Salerno con una tesi sul pensiero di Cioran. "Master's degree" in Filosofia (2002) presso la Pontificia Università Cattolica di Rio di Janeiro, ha pubblicato, tra gli altri, La filosofia del voyeur. Estasi e scrittura in Emil Cioran (Salerno, 1998); "Niilismo, Metafísica, Desconstrução" in: Às margens: a propósito de Derrida (Rio di Janeiro-San Paolo, 2002)e"Progresso e Agonia. A concepção de História em Kant e Cioran", in Modernidade e a idéia de História (Bahia, 2003). Attualmente è Dottorando di ricerca in Filosofia presso la Pontificia Università Cattolica di Rio di Janeiro. I punti chiave dei suoi studi sono: la questione del senso; il pensiero negativo; la krisis della filosofia contemporanea e l'eredità di Nietzsche e Heidegger; il "pensiero debole" di Vattimo; la decostruzione di Derrida; la riflessione sull'essere e sulla finitezza di Nancy. È coordinatore del "Centro Studi italo-brasiliano di Filosofia Continentale" (CFC).

Patrizia Pedrini dottoranda di ricerca presso l'Università di Firenze. La sua ricerca verte sui problemi dell'autoconoscenza. Sta trascorrendo un anno accademico presso la University of Stirling (Scotland), dove approfondisce temi generali di filosofia della mente ed epistemologia, ed in particolare normatività e anti-scetticismo contemporaneo.

Simone Regazzoni (1975) si è laureato in filosofia presso l'Università di Genova con una tesi su La questione di chora nel pensiero di Jacques Derrida. Ha pubblicato articoli su Heidegger e Derrida nelle riviste "Eidos", "Estetica", "Rivista di estetica"; ha curato, introduzione e traduzione, il testo di J. Derrida, Il diritto alla filosofia dal punto di vista cosmopolitico (Genova 2003) e scritto la postfazione a J. Derrida, Ulisse grammofono (Genova 2004). Attualmente è dottorando in cotutela presso l'Università di Paris 8 Vincennes-Saint Denis e l'Università di Genova e prepara una tesi su Jacques Derrida e la decostruzione del politico.

Claudia Rosciglione

Enzo Rossi

Andrea Ruggerini

Gianluca Sanna si è laureato nel 2001 con una tesi sul personalismo rosminiano. Dal gennaio 2003 è dottorando di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia e teoria delle scienze umane dell'Università di Cagliari dove si sta occupando di etica della comunicazione.

Alessandro Salice (Catania 1978) si è laureato nel 2002 in Filosofia Teoretica presso l'Università degli Studi di Torino con una tesi di laurea dal titolo Il concetto di Außersein nella teoria degli oggetti di Alexius Meinong. Al momento svolge un dottorato di filosofia in collaborazione tra l'università di Torino e quella di Graz. Si occupa di storia dell'ontologia, ontologia del diritto e degli stati di cose, teoria del giudizio, fenomenologia realista, filosofia interculturale.

Federica Scali, laureata con lode in Filosofia all'Università di Pisa, in Storia della Filosofia Politica, con una tesi dal titolo "Voltaire et l'esprit humain. Dalla critica della storiografia cristiana alla riflessione sulle razze", con A. M. Iacono come relatore.

Antonino Scalone ha conseguito la laurea e il diploma di perfezionamento in filosofia presso l' Università di Padova ed è stato borsista del CNR nell' Università J.W.Goethe di Frankfurt a.M. Lavora presso il Dipartimento di Filosofia dell' Università di Padova come Supervisore al tirocinio di Scienze Umane della Scuola Interateneo di Specializzazione per la formazione degli insegnanti. Nel medesimo Dipartimento è cultore di Storia della Filosofia politica e membro del gruppo di ricerca sui concetti politici. Ha pubblicato saggi sul pensiero politico e giuridico del Novecento ed il volume Rappresentanza politica e rappresentanza degli interessi (Franco Angeli 1996).

Giovanni Sgrò (Caserta, 1976) si è laureato con lode, nel 2001, in Filosofia presso l'Università "Federico II" di Napoli discutendo una tesi sulla "Critica del diritto statuale hegeliano" di Karl Marx. Nel 2002-2003 ha condotto degli studi di perfezionamento in Filosofia politica presso l'Università di Zurigo. Attualmente continua le sue ricerche sul giovane Marx presso la "Ruprecht-Karls-Universität" di Heidelberg e collabora attivamente alla cattedra di Filosofia della storia dell'Universitè "Federico II" di Napoli.

Beniamino Soressi, dottorando di ricerca in Antropologia filosofica presso l'Università di Parma, ha studiato tra l'altro presso i Claremont Colleges (CA). È redattore de La società degli individui. Quadrimestrale di teoria sociale e storia delle idee. Ha pubblicato saggi su abitare, poesia, tecnica e la monografia Ralph Waldo Emerson: il pensiero e la solitudine (prefazione di Alessandro Ferrara, Armando, 2004). Sempre con Armando ha curato Sociologia delle filosofie (di R. Collins, pubblicazione prevista per il 2004).

Salvatore Stefanelli è laureato in Giurisprudenza, con tesi in Filosofia del diritto dal titolo "Linguaggio, Diritto, Informatica", presso l'Università di Bari. Si interessa in particolar modo di informatica giuridica, filosofia della mente, A.I. Tra le sue pubblicazioni in riviste e volumi collettanei: Discorso razionale e motivazione giuridica (1999), Diritto e Intelligenza artificiale (1999), Intelligenza artificiale e paradigma argomentativo del diritto (2000).

Martina Subacchi si è laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano; ha conseguito il Diploma in Scienze Religiose presso l'Istituto Sant'Ilario di Poitiers; è iscritta al Baccellierato in teologia presso lo Studio Teologico Accademico Bolognese. Collabora con alcune riviste di teologia. Di prossima pubblicazione "Il nulla e la negazione in Bergson, Heidegger e Sartre".

Gualtiero Tacchini (Pavia, 1960) è laureato in Lettere Moderne e in Scienze religiose. Insegna lettere nei licei.

Francesco Tampoia è laureato in Filosofia con una tesi sul pensiero di Hume presso l'Università di Bari; ha seguito corsi di perfezionamento a Londra, corsi e convegni a Roma e Brescia. Ordinario di Filosofia e Storia nei Licei, ha pubblicato i saggi L'algoritmo scambiato (Firenze 1988), Socrate non è Elisa, però... (Firenze 1994). Si interessa di filosofia della scienza, di ermeneutica, di filosofia della tecnologia informatica. Nel Luglio 2000 ha pubblicato presso Armando Editore Il filosofo dimezzato.

Francescomaria Tedesco (Crosia, 1973) è dottorando di ricerca in Filosofia del diritto presso l’Università degli Studi di Firenze. È redattore di Jura Gentium - Centro di Filosofia del Diritto Internazionale e della Politica Globale. Tra i suoi scritti Affrettate tanatografie. Verso un nomos imperiale?, in “Rivista Internazionale di Filosofia del Diritto” (LXXX, 2003, 1, pp. 101-118) e Introduzione a Hayek, Laterza, Roma-Bari 2004.

Chiara Terraneo (Giussano - MI, 1976) si è laureata in Filosofia all'Università degli studi di Milano con una tesi in Estetica su "Il problema della forma nell'opera di Hans Urs von Balthasar". Attualmente è dottoranda in Estetica presso l'Università di Bologna con un progetto di ricerca sull'estetica teologica di von Balthasar e sul nesso arte-teologia nella riflessione del cristianesimo orientale. Collabora alle riviste Filosofia dell'Arte e Panoptikon. Rivista di cultura mitteleuropea e si è occupata di formazione degli adulti in contesti aziendali e presso una scuola di formazione manageriale.

Gian Paolo Terravecchia si è laureato a Padova con una tesi sul Tractatus di Wittgenstein. Ha conseguiro il PhD nel principato del Liechtenstein, con una tesi sulla fenomenologia sociale. Ora insegna nei licei e collabora con varie riviste come, ad esempio, "Per la filosofia", "Verifiche", "Studia Patavina".

Stefania Terzi

Marcello Timillero

Persio Tincani è laureato in Giurisprudenza (Università di Parma) con una tesi in Filosofia del diritto, premiata con il premio di laurea "Corrado Pecorella". Ha conseguito una borsa di studio per perfezionamento all'estero (Parigi), il Dottorato di ricerca in Filosofia politica (Università di Pisa), e un assegno di ricerca in Analisi del linguaggio politico (Università di Milano, dipartimento di studi sociali e politici).

Renata Tinini si è laureata in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano con il prof. A. Bonomi, con una tesi dal titolo Anafora e forma logica. Ha svolto per alcuni anni attività di ricerca nel campo del "Computer Supported Cooperative Work", collaborando come borsista alle attività del Laboratorio di Tecnologie della Cooperazione, presso il dipartimento di Scienze dell'Informazione dell'Università degli Studi di Milano. Ha poi partecipato al programma di dottorato del dipartimento di Linguistica Computazionale dell'Università di Stoccarda. Ha frequentato il Master di Comunicazione della Scienza organizzato dalla Sissa (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) di Trieste. Attualmente è docente di ruolo di Filosofia e Storia per i Licei e collabora con alcune riviste.

Giovanni Tonella

Andrea Tortoreto, nato a Terni il 13/7/1976, si è laureato in Filosofia nel 2001.
Attualmente è Dottorando di Ricerca in Filosofia e Scienze Umane presso l’Università degli Studi di Perugia, dove lavora ad un progetto di ricerca sul pensiero di Hans-Georg Gadamer.

Filippo Trasatti si è laureato in filosofia con una tesi su Heidegger. Ha pubblicato articoli di didattica della filosofia e di pedagogia in diverse riviste. Attualmente è collaboratore della rivista "école", si occupa di formazione e insegna storia e filosofia in un liceo. Campi di interesse filosofico: la fenomenologia, la didattica della filosofia, la filosofia della mente.

Michele Trizio è laureato in filosofia, con tesi in storia della filosofia medievale (dal titolo "Tommaso d'Aquino e l'unità dell'intelletto"), presso l'università di Bari. Attualmente è impegnato in diversi concorsi per guadagnare il dottorato di ricerca. I suoi interessi sono rivolti particolarmente alla recezione della tradizione filosofica islamica e della tradizione teologica bizantina nell'occidente latino.

Domenico Turco nato a Canicattì (Agrigento) il 9 agosto 1976 si è laureato in Filosofia all'Università degli Studi di Palermo nel 1999 con la tesi "L'Ermeneutica e la questione del testo filosofico". Attualmente scrive per diversi giornali, riviste e siti Internet. Poeta e saggista con interessi multidisciplinari, ha pubblicato i seguenti libri: Sottovoce (Montemerlo, Padova, 1994); Numi del sortilegio, non mi dite... (Montemerlo, Padova, 1996); I limiti e l'immenso (Delia, Caltanisetta, 2000) e Acque lustrali (Montemerlo, Padova, 2003). Si occupa principalmente di teoria e storia delle idee, pedagogia, antropologia, psicologia, sociologia, critica letteraria, esoterismo e studi tradizionali. Home page: www.mondo3.it.

Antonio Tursi si è laureato in Scienze della comunicazione presso l'Università di Roma "La Sapienza" con tesi su Internet e il Barocco. L'opera d'arte nell'epoca della sua digitalizzazione. Svolge il dottorato di ricerca in Teoria dell'informazione e della comunicazione presso l'Università di Macerata.

Annamaria Ursi si è laureata a Bari in lingue e letterature straniere (inglese, russo, serbo-croato) e ha conseguito il dottorato di ricerca in letterature slave comparate presso l'Università Statale di Milano, presentando una dissertazione sul tema della II guerra mondiale nella cultura sovietica. Svolge attività di ricerca e consulenza presso il C.I.E.S. (Centro di Ingegneria Economica e Sociale) dell'Università della Calabria nei progetti relativi alla politica di allargamento dell'UE all'Est europeo e al processo di partenariato euromediterraneo.

Orazio Maria Valastro

Riccardo Venturi (Roma, 1974) ha studiato estetica, critica e storia dell'arte contemporanea a Venezia, Roma, Copenhagen, Napoli e Modena. Attualmente lavora presso l'INHA (Institut national d'histoire de l'art) di Parigi ed è inscritto ad un dottorato a Paris-X Nanterre con una tesi sull'opera del pittore Mark Rothko. Ha appena pubblicato: "Pathos dell'inorganico. Le machine dada di Picabia", contributo alla monografia collettiva Francis Picabia curata da Elio Grazioli per i tipi della Marcos y Marcos (Milano, 2003).

Marco Verani

Gianluca Verruccisi è laureato in Filosofia nel 2001 ed insegna Filosofia, Storia e Scienze Sociali nei Licei. Si occupa di filosofia medievale e contemporanea.

Piero Venturelli si è laureato in Filosofia presso l'Università di Bologna con una tesi in 'Storia moderna' (relatore il Prof. Paolo Prodi) dal titolo Il cammino verso una città umana. Leon Battista Alberti e Girolamo Savonarola tra profezia, utopia e realtà storica. Suoi interessi sono il rapporto fra il repubblicanesimo e il profetismo di Savonarola, il tema della città ideale quattrocentesca tra etica, filosofia politica e progetti architettonici (con particolare attenzione ad Alberti). Ha pubblicato scritti sul tema dell'esodo in Savonarola, sulla città ideale di Alberti, sul Momus albertiano (in "arcipelago", 3, 1999; 5, 2000; 6, 2001), sulla categoria del dispotismo (in "Cromohs", 9, 2004), su M. Walzer (in "Jura Gentium", 2004). Attualmente lavora sull'Esprit des lois di Montesquieu e sul tema della società civile in Walzer.

Luciano Vitacolonna ha ottenuto, nell'anno accademico 1999-2000, l'affidamento della supplenza di "Semiotica del testo" presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Chieti. Si occupa di linguistica, semiotica, narratologia, teoria della letteratura e filosofia del linguaggio. Oltre a numerosi articoli apparsi su riviste italiane e straniere, ha pubblicato Per un paradigma semiotico del testo (Chieti, Vecchio Faggio, 1989 e Percorsi interpretativi (Chieti, Solfanelli,1993) e ha in corso di stampa Princìpi e contributi di semiotica del testo (Roma, Bulzoni).

Alessandro Volpone laureato in filosofia all'università di Bari, con una tesi in storia della biologia, è laureando, nello stesso ateneo, in scienze biologiche. È attualmente di ruolo nelle scuole elementari e abilitato per le superiori. Collabora con il CRIF (Centro Ricerca Insegnamento Filosofico) nell'ambito della Philospohy for Children ed è socio fondatore dell'AICF (Associazione Italiana Counseling Filosofico).

Maria Teresa Zambianchi

Giancarlo Zanet è laureato in filosofia a Palermo con una tesi su Teoria ed evidenza empirica nella prospettiva olistica di W.V. Quine. È dottorando di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia dell'Università di Palermo con un progetto sulla teoria della conoscenza e del mentale di Quine. Collabora con la cattedra di Storia della Filosofia svolgendo attività seminariale e di tutoring. I suoi interessi riguardano l'epistemologia, la filosofia del linguaggio e la filosofia della mente.

Federico Zuolo


HOME
Torna alla home page Recensioni